Sagra del fungo, delle mele e dell’allegria

Sagra del fungo
Come tutti gli anni sta per iniziare, a Camigliatello Silano, la Sagra del Fungo.

E’ arrivata già alla 46° edizione, e riscuote sempre più successo, non solo tra gli amanti dei funghi, ma anche tra turisti e visitatori da tutte le parti d’Italia ed oltre, attirati dalla varietà di proposte gastronomiche e turistiche presenti nel corso dell’evento.

Tralasciando il discorso “funghi” puro e semplice (dalla mostra micologica agli incontri con gli esperti, al concorso, ce ne sarà per tutti i gusti), quest’ anno la Sagra si arricchisce di un angolo dedicato al divertimento benefico in tutti i sensi.

Di tutti gli eventi che ho organizzato, devo dire che è quello che mi ha coinvolto di più. Di certo, l’esperienza mi sta arricchendo di valori e nozioni importanti.

Insieme alla mia generosa e disponibile, nonché bravissima collega foodblogger Maria Grazia Montaldista, di “Un tavolo per quattro“, avremo un settore tutto nostro, nel quale presenteremo i dolci preparati con le mele dell’Associazione Italiana Sclerosi Multipla e gli stuzzichini dell’Associazione “Gli altri siamo noi“, che si occupa dei ragazzi affetti da sindrome di Down.

Imperdibile la lezione di pasta al ferretto, le rose di sfoglia, i salatini al formaggio e l’intervento del cantante cosentino Mario Gualtieri.

Importantissimo l’appoggio mediatico di Ristoworld Italy, partner della manifestazione e degli chef di “CookingSoon“.

Insomma, è un’occasione da non perdere per vedere, assaporare, scoprire, imparare qualcosa in più del nostro amatissimo altopiano calabrese, ma, soprattutto, la possibilità di aiutare persone meravigliose che dedicano la loro vita a fare del bene.

Venite ad acquistare le mele dell’AISM ed i prodotti dei ragazzi di “Gli altri siamo noi”: io e Maria Grazia vi daremo dei suggerimenti sul modo di utilizzarli!

Facciamo del bene per stare bene!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *