UniCal, il nuovo corso di laurea per la professione che non c’era

ingegneria

L’UniCal, Università della Calabria, è 51esima nella top 100 del Times Higher Education, tra le “giovani università” migliori del mondo e terza tra quelle italiane. E questo la dice lunga sulla qualità dell’offerta di questo Ateneo moderno e innovativo, fucina di progetti e idee e depositaria di brevetti come il Reolì, l’olio solido, giusto per citare uno degli ultimi.

Oggi, 13 aprile 2017, nella sala dell’University Club, è stato presentato il nuovo corso di laurea triennale, unico in Italia, nato per arricchire la già corposa offerta formativa.

Dopo i saluti del Rettore prof. Gino Mirocle Crisci, del delegato alla didattica prof. Francesco Scarcello e del direttore del DIMES prof. Sergio Greco, ha preso la parola il prof. Stefano Curcio che ha esposto in maniera chiara ed esaustiva le caratteristiche del nuovo corso di studi.

unical

In virtù della crescita esponenziale delle attività dell’industria alimentare, che ha continuato a produrre anche nei momenti in cui la crisi era più pesante e  che vede la Calabria ai primi posti come numero di piccole e medie imprese del settore, si è prospettata la necessità di individuare nuove figure professionali multisettoriali, in grado di dare un supporto concreto alle aziende che non hanno possibilità di inserire in organico molti collaboratori.

Per venire incontro a questa esigenza e per fornire ai giovani nuovi sbocchi lavorativi, all’UniCal è nato il corso di laurea in Ingegneria Alimentare, che si propone, attraverso un percorso interdisciplinare, di creare un professionista in grado di seguire una filiera alimentare “from farm to fork“, dalla progettazione di impianti al controllo di qualità; dalla gestione aziendale all’ottimizzazione dei trasporti, dal riciclo degli scarti all’ecosotenibilità degli imballaggi.

L’ingegnere alimentare racchiuderà quelle conoscenze e competenze che sono attualmente suddivise in varie figure come il tecnologo alimentare, l’agronomo, l’ingegnere gestionale, il biotecnologo, il chimico, come ha aggiunto il prof. Bruno De Cindio.

Il corso inizierà con l’anno accademico 2017/2018 e prevederà un numero massimo di 75 iscritti, seguendo una graduatoria stabilita solo in base al voto di diploma di scuola superiore.

Il modulo per l’iscrizione al nuovo corso sarà disponibile sul portale dell’Università della Calabria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *